Argentina: blocco delle esportazioni delle carni bovine

Assocarni

Facciamo seguito alla circolare “Agro-Industria” n. 17 di ieri per confermare la pubblicazione della Risoluzione 75/2021 del 19.5.2021 (in Gazzetta ufficiale della Repubblica Argentina di oggi) con la quale è stato disposto il blocco delle esportazioni di carni bovine per un periodo di 30 giorni a partire da oggi 20 maggio. Il blocco riguarda esclusivamente i prodotti con le seguenti posizioni tariffarie della Nomenclatura Comune MERCOSUR:Carni fresche o refrigerate-0201.10.00 carcasse o mezzene con osso-0201.20.10 quarti anteriori con osso-0201.20.20 quarti posteriori con osso-0201.20.90 altri con osso-0201.30.00 disossateCarni congelate-0202.10.00 carcasse o mezzene con osso-0202.20.10 quarti anteriori con osso-0202.20.20 quarti posteriori con osso-0202.20.90 altri con osso-0202.30.00 disossateCome previsto all’articolo 2 della Risoluzione, dal provvedimento sono escluse le carni destinate al consumo ed esportate nell’ambito dei contingenti tariffari concessi all’Argentina da paesi terzi, per le quali vengano emessi certificati di autenticità e/o esportazione. È quindi possibile importare carni bovine nell’ambito dei seguenti contingenti che l’Unione Europea ha concesso all’Argentina, per i quali è necessario il certificato di autenticità:-09.4450 Hilton beef (29.389 t)-09.4004 Carni di bufalo (200 t)-09.0143 Hampes (700 t, gestione diretta in dogana)Sebbene non sia prevista una quota specifica per l’Argentina, dovrebbe essere possibile importare anche nell’ambito del contingente-09.2202 Carni di alta qualità (gestione diretta in dogana)mentre rimane da verificare se l’esclusione si possa estendere anche al contingente-09.4003 Carne congelata “Gatt”, che non prevede certificato di autenticità né quota riservata all’Argentina.Sarà nostra cura confermare tali possibilità nel più breve tempo possibile.